Verifica e analisi

Spesso non è facile identificare i manufatti in Amianto, la verifica e analisi dell’amianto a volte è necessaria per identificare i manufatti in cemento amianto. Dal solo aspetto infatti non possibile con precisione stabilire se un manufatto contiene amianto o lo stato di degrado.

Alcuni fattori possono essere per esempio la data di installazione, ma spesso non è nota, oppure un esame visivo, ma consigliamo l’intervento di un tecnico per tutte le situazioni non certe.

Obblighi normativi nella verifica dell’Amianto

In caso di situazioni non certe, la verifica e analisi del materiale o dell’aria è un obbligo dettato dal DM 06/09/94 (vedi Legislazione Amianto).

 

Richiedi un preventivo gratuito dalla nostra pagina contatti. Ti risponderemo entro 48 ore.

Oppure chiamaci allo 091 878 20 74 ti daremo tutte le informazioni che desideri.

Servizio analisi di solidi

Si tratta dell’asportazione di una piccola parte del materiale.

Trattandosi di materiale che contiene fibre di amianto, il nostro tecnico adotterà i seguenti accorgimenti seguendo il punto 1b dell’all.to unico al DM 06/09/94 (vedi Legislazione Amianto).

  • Prelievo di una piccola aliquota del materiale che non comporti alterazioni generali dello stato del materiale in sito.
  • Impiego di strumenti adeguati ad esempio pinze o tenaglie. Non sono usati trapani, frese, lime, raspe e simili.
  • Segnalazione del punto di prelievo e applicazione di adeguate vernici sigillanti.
  • Acquisizione di documentazione fotografica a colori rappresentativa del materiale da campionare.

Il laboratorio è accreditato dall’Ente Italiano di Accreditamento cioè ACCREDIA. Non solo, anche lo specifico metodo usato per rilevare presenza e concentrazione di fibre di amianto nel campione è accreditato da ACCREDIA.

I risultati indicheranno la presenza o l’assenza di fibre di amianto e il tipo di amianto presente.

Campionamento
Campionamento solido

Servizio analisi dell'aria

Si tratta di un monitoraggio ambientale alla ricerca di fibre di amianto disperse nell’aria.

L’analisi dell’aria diviene necessaria quando sono presenti e non si vorrebbero rimuovere i seguenti manufatti:
  • manufatti in buono stato che contengono al loro interno amianto friabile ad esempio (caldaie e coibentazioni);
  • manufatti in amianto compatto di cui è incerto lo stato di conservazione quando cioè la superficie è logorata o vi sono rotture.
Per conoscere quali sono i manufatti in amianto friabile e in amianto compatto vedi Breve guida al riconoscimento.

Nei due casi descritti è possibile che siano liberate nell’aria fibre di amianto e dunque occorre una verifica della loro presenza e dell’eventuale concentrazione.

Il metodo utilizzato è semplice, un campionatore ambientale aspira l’aria attraverso un filtro che cattura le fibre disperse nell’aria. Per essere rappresentativo il campionatore deve aspirare diversi metri cubi di aria ed i tempi di solito variano da tre a cinque ore o più.

  • Il laboratorio è accreditato dall’Ente Italiano di Accreditamento cioè ACCREDIA. Non solo, anche lo specifico metodo usato dal laboratorio per rilevare presenza e concentrazione di fibre di amianto nel campione è accreditato da ACCREDIA.
  • Il metodo utilizzato per l’analisi del filtro è il cosiddetto SEM che prevede l’uso del microscopio elettronico a scansione. Tale metodo è specificato nel certificato di analisi.
Campionatore ambientale
Campionamento indoor