Le patologie da amianto

Premessa

Le patologie da amianto possono svilupparsi in seguito all’inalazione di fibre disperse nell’aria. Le fibre di amianto sono definite respirabili poiché a causa delle loro dimensioni (appena qualche micron) riescono a giungere fino al sistema respiratorio profondo cioè gli alveoli.

Le fibre hanno due principali caratteristiche che impediscono all’organismo di espellerle: le dimensioni molto ridotte e la forma allungata. In alcuni tipi di amianto si aggiunge anche la presenza di ripiegamenti ad uncino nelle parti terminali delle fibre. Tali uncini causano un vero e proprio ancoramento ai tessuti ed una amplificata resistenza alla naturale espulsione.

I meccanismi principali che permettono all’organismo di espellere le fibre di amianto sono l’espirazione delle fibre che non sono entrate in contatto con i tessuti del polmone al momento dell’inspirazione o l’espettorazione.

Esiste anche un terzo meccanismo di espulsione che però non riesce ad essere efficace con le fibre di amianto. Si tratta della fagocitosi cioè dell’inglobamento di corpi estranei da parte dei macrofagi, specifiche cellule mobili del sistema immunitario.

Le fibre di amianto vengono inglobate all’interno dei macrofagi tuttavia a causa della forma aghiforme di queste ultime si ha la distruzione del macrofago. A volte il processo di fagocitosi causa lo spostamento delle fibre di amianto inglobate dai macrofagi. Questi si spostano dal polmone fino alla pleura che è la doppia membrana che avvolge i polmoni. Qui si ha la loro distruzione e la deposizione delle fibre di amianto che erano in essi contenute.

I macrofagi durante la loro attività producono sostanze infiammatorie ed è questa la principale azione che perdurando nei decenni si ritiene essere la causa delle neoplasie del polmone e della pleura.

Fibrosi polmonare o asbestosi

E’ una patologia cronica non tumorale legata all’esposizione di fibre di amianto. Le fibre di amianto causano una risposta infiammatoria all’interno del polmone e la conseguente stimolazione alla produzione di tessuto connettivo. Tale tipo di tessuto contrariamente al tessuto del polmone non è elastico dunque riduce la capacità del polmone di espandersi e contrarsi durante la respirazione.

I sintomi appaiono anche anni dopo l’esposizione all’amianto e consistono in una insufficienza respiratoria che peggiora nel tempo manifestandosi prima solo sotto sforzo e successivamente anche a riposo.

Spesso all’asbestosi si associano dopo un periodo anche di trenta anni, le patologie tumorali del polmone esposte di seguito.

Fibrosi pleurica

Il meccanismo di nascita di questa patologia è del tutto simile al caso dell’asbestosi ma la zona interessata non è il polmone bensì la pleura. Come la fibrosi polmonare anche la fibrosi pleurica è una patologia cronica in cui si ha la formazione di tessuto connettivo. La pleura che ne è interessata perde elasticità e dunque la sua funzione è compromessa. Sono associate le patologie tumorali che riguardano la pleura.

Carcinoma polmonare

Le fibre di amianto che una volta respirate permangono negli alveoli polmonari possono generare neoplasie come il carcinoma polmonare. Tale patologia molto aggressiva si manifesta anche venti o quaranta anni dopo l’esposizione alle fibre di amianto ed ha un decorso che varia da uno a due anni. Il fumo di tabacco decuplica la possibilità di contrarre il carcinoma avendo un’azione sinergica con l’esposizione alle fibre di amianto.

Mesotelioma pleurico

E’ una neoplasia fra le più aggressive dal decorso molto spesso infausto. Si manifesta dopo molti anni, fino a quarantacinque, in seguito all’esposizione di fibre di amianto ed ha un decorso che varia dai sei mesi ad un anno. Le fibre di amianto giungono alla pleura trasportate dai macrofagi che cerano di eliminarle come descritto nei punti precedenti. Il mesotelioma pleurico è legato soprattutto alle attività lavorative (estrazione e lavorazione) riguardanti l’amianto ma può svilupparsi anche in seguito ad esposizione non lavorativa o esposizione naturale nei siti in cui l’amianto è fra i minerali appartenenti alla geologia dei luoghi.

Hai ancora qualche dubbio? Consulta la pagina delle domande frequenti FAQ

Non hai trovato quello che cerchi? Inviaci una mail visitando la pagina contatti, risponderemo a tutte le tue domande.

Dove trovarlo?

scopri di più

Guida al riconoscimento

scopri di più

Il controllo dell’amianto

scopri di più

Ok è amianto. E ora?

scopri di più

Rischi associati

scopri di più

Le patologie da amianto

scopri di più