Casa elettrica impianto fotovoltaico e solare termico

Tetto fotovoltaico, dove posso istallare il mio impianto?

Se vuoi avere un tetto fotovoltaico per la tua abitazione o per la tua attività devi chiederti se il tuo tetto può ospitare un impianto fotovoltaico. L’impianto infatti ha un suo peso, deve resistere alle sollecitazioni del vento e deve essere accessibile per l’istallazione e la pulizia futura.

Se vuoi sapere se il tuo tetto va bene richiedi una consulenza gratuita. I nostri esperti ti diranno quale superficie è idonea.

Per avere subito una idea di massima e sapere se puoi avere un tetto fotovoltaico puoi leggere la tabella di sotto. L’importante è che la struttura di sostegno del tetto sia solida e resistente.

Tetto idoneo

  • Pannelli coibentati grecati o finto coppo
  • Tetto tradizionale in coppo Siciliano e tavolato in legno
  • Copertura in tegole (marsigliesi, portoghesi, …)
  • Tetto piano e terrazzi
  • Copertura in lamiere grecate
  • Pannelli coibentati grecati o finto coppo
  • Tegole canadesi
  • Tetto piano con rivestimento in guaina bituminosa

Non idoneo

  • Tetto in cemento amianto (Eternit)
  • Tetto di paglia
  • Tetto di bitume inclinati
  • Tetto in zinco
  • Tetto in ardesia, mattonelle o losanghe

Cos'altro deve avere il mio tetto fotovoltaico?

La giusta dimensione del tetto

La superficie del tetto è importante, ogni modulo fotovoltaico ha dimensioni 1 m x 1,6 m circa asseconda del produttore.

Un impianto fotovoltaico per la casa può avere bisogno dagli 8 ai 18 moduli, dipende dai consumi della famiglia e dall’efficienza scelta per il modulo.

Influisce nella scelta del numero di moduli anche il luogo in cui si deve montale l’impianto. L’irradiazione del sole, cioè la luce ricevuta nell’arco di un anno è certamente diversa a Palermo o in Sicilia rispetto alle regioni del nord.

L’orientamento del tetto

Come si sà il sole sorge ad est, a mezzogiorno si trova a sud e al tramonto ad ovest. Per questo motivo l’orientamento (o azimut) ottimale dei tetti inclinati è a sud. Anche tetti non troppo pendenti sono idonei se orientati  ad est o ad ovest poiché ricevono comunque abbastanza luce nell’anno per avere una buona produzione di energia elettrica.

I tetti piani non presentano problemi di orientamento dato che questo viene scelto dal progettista che prevede strutture in metallo o zavorre in cemento orientate verso sud.

Inclinazione e pendenza del tetto

L’inclinazione (o tilt) del moduli che rende massima la produzione è uguale alla latitudine del luogo.

A Palermo pertanto l’inclinazione ideale è 38° circa. Variazioni di pendenza comunque non pregiudicano la produzione dell’impianto ma la diminuiscono un po’.

I tetti piani non presentano problemi di inclinazione dato che questa viene scelta dal progettista che prevede strutture in metallo o zavorre in cemento con la giusta inclinazione.

Gli ostacoli

Se ci sono ostacoli vicini che producono ombre sul tuo tetto la produzione dell’impianto potrebbe essere compromessa.

Il progettista in questi casi sceglie le posizioni meno ombreggiate per i moduli o inserisce dei dispositivi chiamati ottimizzatori per ridurre l’interferenza delle ombre sulla produzione di energia elettrica.

Se vuoi solo informazioni o un preventivo su misura o un sopralluogo, chiedi una consulenza gratuita.

Per approfondire funzionamento e componenti di un impianto fotovoltaico clicca qui.

FAQ - Domande frequenti sugli impianti fotovoltaici

1. Come avviene un'installazione?

L’istallazione di un impianto fotovoltaico è un’operazione delicata che deve essere eseguita da personale esperto. Solo uno specialista del settore possiede le giuste conoscenze tecniche per collegare le diverse parti di un impianto fotovoltaico scongiurando i maggiori rischi di un errato montaggio.

ecolia esegue gratuitamente i sopralluoghi per verificare gli spazi disponibili o eventuali ombre da evitare. Il nostro tecnico discuterà con te per conoscere le tue esigenze di consumo presenti e future.

Quando avverrà l’istallazione i nostri elettricisti monteranno sul tuo tetto i moduli fotovoltaici e nell’edificio le altre parti dell’impianto, inverter, quadro di campo e accumulatori se non sei connesso alla rete elettrica.

La parte estetica è importante quanto la parte tecnica. ecolia propone soluzioni funzionali e gradevoli alla vista evitando fili volanti che oltre ad essere pericolosi e contro la norma sono anche brutti da vedere.

I tempi di istallazione sono variabili asseconda della dimensione dell’impianto fotovoltaico, degli spazi disponibili o anche in base alla forma dell’edificio. Da alcune ore si può arrivare anche a due o tre giorni quando per le coperture più vecchie o meno accessibili sono necessari interventi specifici.

La legislazione sulla garanzia prevede una copertura da parte dell’istallatore di due anni per l’impianto ma non preoccuparti gli inverter che istalla ecolia hanno garanzia di dieci anni ed i moduli fotovoltaici fino a venticinque.

Al termine delle pratiche presso il gestore della rete elettrica locale (ENEL, A2A, Hera,…), circa due settimane dopo l’istallazione, il tuo impianto entrerà in funzione e comincerai a produrre tu la tua energia verde e pulita.

2. Incentivi e detrazioni fiscali per gli impianti fotovoltaici

Il costo dell’impianto fotovoltaico è detratto dalle tasse per il 50%. Le agevolazioni fiscali infatti prevedono una detrazione del prezzo dell’impianto pari al 50% ed una IVA agevolata del 10%. Grazie a questi sgravi fiscali per gli anni successivi pagherai meno tasse recuperando la spesa. Il periodo di detrazione varia da tre a dieci anni asseconda della tua età. Il 50% del costo dell’impianto fotovoltaico è detratto dall’imposta IRPEF che dunque verrà diminuita.

Richiedi una consulenza gratuita. I nostri esperti ti aiuteranno con tutto ciò che concerne le detrazioni fiscali.

3. Acquisto a rate: le rate uguali alla bolletta

L’impianto fotovoltaico può essere acquistato a rate. Si possono scegliere soluzioni in cui le rate hanno all’incirca lo stesso importo delle bollette che si pagano al fornitore di energia elettrica. In pratica si continua a pagare lo stesso importo annuale senza che poco o nulla cambi ma in più si possiede un impianto fotovoltaico che produce energia pulita.

Alla fine le rate finiscono e l’impianto fotovoltaico resta. Insieme alla produzione di energia elettrica verde rimane soprattutto il risparmio per almeno venticinque anni e la consapevolezza di aver fatto del bene alle proprie tasche e all’ambiente.

4. Cosa è lo scambio sul posto?

Se il tuo impianto elettrico domestico è collegato alla rete elettrica nazionale il regime di incentivazione si chiama Scambio Sul Posto o SSP. L’energia che produrrai con il tuo impianto fotovoltaico e che non autoconsumerai verrà immessa in rete e verrà retribuita dal Gestore dei Servizi Elettrici GSE.

L’energia immessa in rete però viene retribuita ad un prezzo di circa la metà di quella invece prelevata. Per questo motivo non conviene realizzare un impianto che produce molto di più di quello che consumi in un anno.

Le cifre sono all’incirca queste: 24 cent. €/kWh per l’energia che oggi paghi al fornitore, 12 cent. €/kWh rimborso per l’energia che preleverai nelle ore in cui l’impianto fotovoltaico non produce (di notte) e 5 cent. €/kWh per l’energia che hai prodotto e che hai immesso in rete perché non autoconsumata.

Il regime di scambio sul posto insieme all’autoconsumo, consente quindi un grande risparmio sulla bolletta ma non conviene produrre molta più energia di quella che si consuma.

5. Qual è il rendimento dei moduli fotovoltaici?

Per rendimento si intende quanto rende la spesa fatta cioè se nel tempo ho un ricavo. Per gli impianti fotovoltaici il rendimento può arrivare anche al 15% dunque molto di più di quanto otterresti con un deposito bancario. Inoltre il rendimento è certo poiché è certo il risparmio in bolletta.

ecolia valuta il ritorno economico del tuo impianto fotovoltaico attraverso parametri come il VAN Valore Attuale Netto ed il Flusso di Cassa Attualizzato o il tempo di ritorno dell’investimento.

Per far ciò in fase di preventivo ti chiederemo di comunicarci i consumi dell’ultimo anno. Attraverso di essi potremo calcolare quanta energia dovrà produrre il tuo impianto ma non solo. Calcoleremo quanta dell’energia prodotta sarà autoconsumata nelle ore centrali della giornata, quanta energia sarà invece immessa in rete e quanta prelevata. In questo modo calcoleremo la tua bolletta futura ma soprattutto il valore del rimborso che riceverai.

Richiedi una consulenza gratuita. Il nostro consulente calcolerà per te il rendimento del tuo impianto fotovoltaico.

Se vuoi saperne di più leggi gli articoli di fotovoblog il blog di ecolia sul fotovoltaico.

L’impianto fotovoltaico e la pulizia dei pannelli solari

L’impianto fotovoltaico e la pulizia dei pannelli solari

L’impianto fotovoltaico e la pulizia dei pannelli solari Chi possiede un impianto fotovoltaico alla lunga non deve dimenticarsi del fattore pulizia. L’impianto non va trascurato, infatti più i moduli sono puliti maggiore sarà il loro rendimento. La pulizia periodica dei moduli Gli impianti fotovoltaici necessitano periodicamente di interventi di pulizia. Ovviamente oltre alla pulizia saranno…

Read more
Differenze tra silicio monocristallino, policristallino e amorfo

Differenze tra silicio monocristallino, policristallino e amorfo

Differenze tra silicio monocristallino, policristallino e amorfo Chi si appresta al mondo del fotovoltaico deve conoscere le differenze esistenti tra pannelli in silicio monocristallino, policristallino e amorfo. Pannelli in silicio monocristallino Gli impianti fotovoltaici possono avere tra loro caratteristiche molto differenti. Bisogna sapere che è possibile fare innanzitutto una distinzione tra moduli monocristallini, policristallini e…

Read more
Casa elettrica impianto fotovoltaico e solare termico

Come dimensionare un impianto fotovoltaico

Come dimensionare un impianto fotovoltaico Per ogni utenza esiste un impianto fotovoltaico ad hoc, fatto su misura. L’importante è valutare bene le proprie esigenze per compiere la scelta migliore. LA SOLUZIONE CHE FA PER NOI Per scegliere la soluzione che fa al caso nostro è importante innanzitutto fare alcune considerazioni: rendersi conto dello spazio che…

Read more
Impianto fotovoltaico connesso o ad accumulo

Impianto fotovoltaico connesso o ad accumulo

Impianto fotovoltaico connesso o ad accumulo Esistono diverse tipologie di impianto fotovoltaico. È per esempio possibile distinguere tra quelli connessi o ad accumulo. IMPIANTI SENZA ACCUMULO Gli impianti fotovoltaici senza accumulo sono sostanzialmente gli impianti tradizionali. L’energia prodotta, pronta per essere utilizzata, potrebbe non coprire l’intero fabbisogno energetico. Proprio per questo motivo viene mantenuta la…

Read more
modulo flessibile

Moduli Fotovoltaici Organici

Moduli Fotovoltaici Organici Impianti fotovoltaici. Un’alternativa ecologica e conveniente potrebbe essere quella fornita dai moduli fotovoltaici organici. COSA SONO I MODULI FOTOVOLTAICI ORGANICI Sono presenti sul mercato già da qualche anno e rappresentano una scelta più ecologica rispetto ai pannelli fotovoltaici tradizionali, stiamo parlando dei moduli fotovoltaici organici. La novità deriva principalmente dal fatto che…

Read more